B&B La Zagara
WebSeo
Catania, oltre ad essere una delle città più belle e ricche di storia in Italia, vanta un centro...
WebSeo
2018-11-02 10:24:49
WebSeo logo

Blog


- Owner - Pubblicato il

Il centro storico di Catania: tradizione e modernità

  • photo

Catania, oltre ad essere una delle città più belle e ricche di storia in Italia, vanta un centro storico d’eccellenza. Realizzato in stile barocco e ricostruito dopo il terremoto del 1693, il sito fa oggi parte a pieno titolo del Patrimonio dell’Umanità UNESCO. La varietà che ne caratterizza l’architettura, arricchita anche dall’utilizzo della pietra lavica, attira da sempre migliaia di visitatori da tutto il mondo. Il centro storico di Catania agglomera in egual misura tradizione e quotidianità.

Chiese e monumenti si amalgamano perfettamente a edifici moderni e mercati dove i commercianti svolgono la loro attività. Tra i maggiori punti d’interesse per i turisti spicca sicuramente Piazza Duomo, sede del celebre Palazzo degli Elefanti che contiene al suo interno Cattedrale, Municipio e Palazzo dei Chierici. Al centro della piazza sorge l’iconica statua dell’elefantino, “U Liotru”, simbolo della città. La leggenda dice che fosse il destriero di Eliodoro, figura mitologica a cui vengono attribuiti poteri magici usati per prendersi gioco delle cariche ecclesiastiche e degli abitanti di Catania.

A pochi passi dall’elefante svetta la chiesa di Sant’Agata, un meraviglioso Duomo risalente all’anno mille. Distrutto dal terremoto 1693, è stato costruito dall’architetto Giovanni Battista Vaccarini in marmo di Carrara e pietra lavica in pieno stile barocco siciliano. La cattedrale ospita la cappella con le reliquie della patrona Sant’Agata e la tomba di Vincenzo Bellini, a cui è peraltro dedicato un bellissimo teatro, situato in via Perrotta, che consigliamo di visitare.

A 700 metri di distanza dal Duomo, comunque, si trova via Etnea, un lungo e affascinante stradone disseminato di negozi e locali di ogni genere. E’ un po’ l’equivalente di via del Corso a Roma, con la differenza che qui sorgono numerosi palazzi barocchi e si gode di una chiara visuale sull’Etna. Senz’altro il posto ideale per fare shopping o semplicemente godersi la movida catanese. Sempre in loco, dalle 8 alle 14, c’è la possibilità di inoltrarsi in Pescheria. Questo caratteristico mercato del pesce è un perfetto riassunto del commercio artigianale siciliano, ricco di colori, odori e passione. Il pesce venduto è freschissimo e i prezzi, specie se sapete contrattare, sono più che abbordabili.

A due passi dalla cattedrale si trova inoltre l’elegantissimo Palazzo Biscari. Decorato in stile rococò, è il simbolo dell’antica ricchezza nobiliare catanese. L’edificio, visitato e apprezzato anche da Goethe, racchiude una sfarzosa sala da ballo, stanze principesche, una galleria e una cupola affrescata. Nelle vicinanze, in direzione Piazza Dante, vi imbatterete in via dei Crociferi. Si tratta di una strada in cui si concentrano ben 4 chiese. San Giuliano, San Francesco Borgia, il collegio dei Gesuiti e soprattutto San Benedetto, con la sua caratteristica scalinata e una combinazione chiesa-monastero da lasciare a bocca aperta.

A proposito di monastero, proprio in Piazza Dante segnaliamo il famoso monastero dei Benedettini, sede del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania. Gli ambienti pregni di storia, la domus romana, il giardino pensile e il fantastico chiostro meritano assolutamente di essere visitati. A circa 800 metri, infine, capeggia Castello Ursino, che oltre ad ospitare la sede del Museo Civico di Catania diventa all’occasione teatro e arena da concerto. L’ennesima dimostrazione di come a Catania tradizione e modernità vivano in perfetta simbiosi.

Postato in: Generale

ARTICOLI CORRELATI